Riparte il Doposcuola Emozion...arti

Attività ludico-ricreative alla "G.Rodari" di Monteroni d'Arbia
a.s. 2018/2019

Iscriviti

Parti con noi alla scoperta del pianeta delle emozioni

Da ottobre a maggio, una ricca gamma di attività laboratoriali pomeridiane che si svolgeranno durante tutto l'arco della settimana all'interno degli spazi della scuola primaria "G. Rodari" di Monteroni d'Arbia.

Teatro, pittura, inglese, ecologia e altro ancora per acquisire, giocando, competenze linguistiche, sociali e relazionali.

Il progetto è rivolto agli alunni della scuola primaria "G.Rodari" di Monteroni d'Arbia e realizzato in collaborazione con Istituto comprensivo "R. Fucini" di Monteroni d'Arbia, Comune di Monteroni d'Arbia e Regione Toscana.

Per info e preiscrizioni: doposcuola@straligut.it | 0577-374025 | 331-3022101

Il progetto di doposcuola si articola in 5 percorsi multidisciplinari espressivi e ricchi di linguaggi da sperimentare per esplorare le emozioni attraverso il gioco e l’esperienza creativa. Dalla fiaba all’attività grafica, dal gioco alla scoperta della natura, le emozioni diventano tema centrale da mettere in campo con i bambini. Ogni emozione può essere nominata, raccontata, può prendere forma “concreta” attraverso un disegno o diventare movimento corporeo. Per attraversare le emozioni è necessario conoscerle. Lo spazio del doposcuola offre l’opportunità pratica di creare un luogo di ascolto, di dialogo e di gioco in cui esplorare le emozioni. Questo permette ai bambini di “guardarle”, di giocarci, di sdrammatizzarle, di dargli un significato e un valore espressivo e simbolico. Il bambino, per costruire serenamente la propria intelligenza emotiva, ha bisogno di dar senso alle emozioni.

Perché questa attenzione alle emozioni? Con loro conviviamo ogni giorno, in ogni momento. Sono la risposta alle reazioni esterne. Qualcosa, talvolta più forte di noi, che ci appartiene e che dobbiamo imparare a riconoscere e accettare, siano esse positive o negative. Tutto suscita e trasmette un'emozione. Il dubbio, il non saper fare, il non conoscere, la paura, la novità, l'ambiente e ancora il suono, il colore, il movimento. E’ necessario permettere al bambino di conoscere e riconoscere tutte le emozioni. Non ci sono emozioni “negative”. Ogni emozione è fondamentale, necessaria per costruire la nostra personalità. Ogni emozione va esplorata con il giusto approccio. La paura non può essere demonizzata, la rabbia non può essere repressa.

Le attività si svolgeranno dal lunedì al venerdi dalle 16:30 alle 18:30.
È possibile iscriversi ad uno o più corsi.

Lunedì Incontri fantastici
Martedì Teatro
Mercoledì Teatro di figura
Giovedì Play English
Venerdì Pittura e arti visive
  • 35,00 €/mese 1 giorno a settimana
  • 45,00 €/mese 2 giorni a settimana
  • 60,00 €/mese 3 giorni a settimana
  • 80,00 €/mese 4 giorni a settimana
  • 90,00 €/mese 5 giorni a settimana

Il pagamento sarà per quote bimestrali, costo di iscrizione 10€

Capire cos'è l'arte è una preoccupazione (inutile) dell'adulto. Capire come si fa a farla è invece un interesse autentico del bambino, citazione di Bruno Munari, artista, designer e scrittore italiano. Seguendo la metodologia di Munari, il laboratorio avrà l'intento di stimolare fantasia, creatività e immaginazione del bambino, sperimentando diverse tecniche artistiche e utilizzando materiali di vari natura. Dalla manualità, al gioco di gruppo perchè il bambino posso sviluppare la propria sensibilità artistica.

A cura di SILVIA BINDI. Silvia Bindi, artista e designer di illuminotecnica.

Uno spazio attivo di ascolto e gioco teatrale, un laboratorio in cui mettere in campo voce, corpo, sensi ed emozioni in un clima ricco di stimoli creativi e privo di giudizio. Il bambino può sperimentare, conoscere, esprimersi. La narrazione, la fiaba, il gioco simbolico, il gioco creativo (proprio del “fare teatro”, del racconto, del “faccio finta che”) permettono al bambino di sviluppare armoniosamente le potenzialità creative. Dall’ascolto attivo alla drammatizzazione: i bambini diventano i protagonisti della narrazione, attori, creatori di forme tutte da sperimentare insieme.

A cura di Anna Amato e Alice Bellini

A un bambino basta poco. Cucchiai, scatoloni, tappini, tutto quanto con un soffio di fantasia si trasforma magicamente e diventa vivo. D'altronde, nessun gioco è tanto bello quanto quello creato con le proprie mani… Attraverso giochi collettivi formeremo un gruppo affiatato e in armonia. Esploreremo le possibilità di vari materiali: carta, stoffa, plastica ecc. al fine di costruire burattini, ombre, maschere, animali fantastici. Ogni bambino sarà artefice del proprio “sgaggino”. Immagineremo storie che possano radunare tutti i personaggi e ne inventeremo tantissime, fino alla realizzazione di un piccolo capolavoro: uno spettacolo composto da veri sogni ad occhi aperti, recitato dai nostri formidabili “sgaggini”!

A cura di Maurizio Patella

Il termine PLAY ha molteplici significati nella lingua italiana: giocare, suonare, recitare, praticare sport, svagarsi. PLAY English grazie a vari strumenti come la musica, l'arte, il teatro, la lettura e il gioco potenzierà la conoscenza che ogni bimbo ha della lingua inglese. Attraverso attività di speaking, reading and listening (racconti, fiabe, giochi) i bambini impareranno a riconoscere le proprie emozioni e a dare loro un nome: associarle ad esperienze di vita reali li aiuterà a memorizzare i nuovi contenuti, ad approfondire e migliorare la propria competenza linguistica.

A cura di Giulia Fanetti

Laboratorio di pittura creativa è pensato come luogo di ascolto di se stessi, un momento per lasciarsi andare, seguire il filo d'oro delle proprie emozioni e dargli forma e colore. Segni realizzati diventano uno strumento per conoscersi, riconoscersi, amarsi e rispettarsi. I lavori creati dai bambini sono esperimenti, testimonianze di un percorso fatto insieme, affascinanti composizioni che documentano una scoperta.

A cura di GAIA FREGOLI, fotografa, scenografa e artista senese.

Il progetto di DOPOSCUOLA di Straligut Teatro nasce da una esperienza decennale nel settore della formazione, maturata con il fine di proporre interventi educativi capaci di rispondere alle diverse necessità di bambini, genitori e scuole. Il progetto ha l’obiettivo di coinvolgere i bambini in attività ludico-ricreative all’interno della struttura scolastica, creando uno spazio di vita dove poter dialogare, valorizzare le proprie capacità, competenze e attitudini.

Educare non è “mettere dentro”, ma, come suggerisce l’etimologia, “tirare fuori” le potenzialità, le possibilità espressive di ogni bambino e di ogni bambina, nel rispetto della loro singolarità. Le attività vogliono fornire quegli strumenti espressivi, cognitivi e socio-affettivi, necessari ad uno sviluppo armonico della personalità. Le esperienze contribuiranno a rendere i bambini e le bambine capaci di maggiore autonomia nell’agire e nel riflettere all’interno di un gruppo, facilitando la gestione della complessità mediante mezzi espressivi che gli permettano di manifestare le proprie emozioni. Inoltre la ricca varietà di attività laboratoriali concorrerà a mettere in moto strategie e strumenti indispensabili per apprendere e per imparare ad apprendere, ovvero per acquisire competenze linguistiche, sociali e relazionali.


Scarica il Volantino

Image Copyright: yarruta / 123RF Stock Photo

Modalità di pagamento

Cookie
Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.