Doposcuola Emozion...arti

Attività ludico-ricreative alla "G.Rodari" di Monteroni d'Arbia
a.s. 2017/2018

Parti con noi alla scoperta del pianeta delle emozioni

Da ottobre a giugno, una ricca gamma di attività laboratoriali pomeridiane che si svolgeranno durante tutto l'arco della settimana all'interno degli spazi della scuola primaria "G. Rodari" di Monteroni d'Arbia.

Teatro, pittura, inglese, ecologia e altro ancora per acquisire, giocando, competenze linguistiche, sociali e relazionali.

Il progetto è rivolto agli alunni della scuola primaria "G.Rodari" di Monteroni d'Arbia e realizzato in collaborazione con Istituto comprensivo "R. Fucini" di Monteroni d'Arbia, Comune di Monteroni d'Arbia e Regione Toscana.

Per info e preiscrizioni: info@straligut.it | 0577-374025 | 331-3022101

Il progetto di doposcuola si articola in 5 percorsi multidisciplinari espressivi e ricchi di linguaggi da sperimentare per esplorare le emozioni attraverso il gioco e l’esperienza creativa. Dalla fiaba all’attività grafica, dal gioco alla scoperta della natura, le emozioni diventano tema centrale da mettere in campo con i bambini. Ogni emozione può essere nominata, raccontata, può prendere forma “concreta” attraverso un disegno o diventare movimento corporeo. Per attraversare le emozioni è necessario conoscerle. Lo spazio del doposcuola offre l’opportunità pratica di creare un luogo di ascolto, di dialogo e di gioco in cui esplorare le emozioni. Questo permette ai bambini di “guardarle”, di giocarci, di sdrammatizzarle, di dargli un significato e un valore espressivo e simbolico. Il bambino, per costruire serenamente la propria intelligenza emotiva, ha bisogno di dar senso alle emozioni.

Perché questa attenzione alle emozioni? Con loro conviviamo ogni giorno, in ogni momento. Sono la risposta alle reazioni esterne. Qualcosa, talvolta più forte di noi, che ci appartiene e che dobbiamo imparare a riconoscere e accettare, siano esse positive o negative. Tutto suscita e trasmette un'emozione. Il dubbio, il non saper fare, il non conoscere, la paura, la novità, l'ambiente e ancora il suono, il colore, il movimento. E’ necessario permettere al bambino di conoscere e riconoscere tutte le emozioni. Non ci sono emozioni “negative”. Ogni emozione è fondamentale, necessaria per costruire la nostra personalità. Ogni emozione va esplorata con il giusto approccio. La paura non può essere demonizzata, la rabbia non può essere repressa.

Le attività si svolgeranno dal lunedì al venerdi dalle 16:30 alle 18:30.
È possibile iscriversi ad uno o più corsi.
Il programma settimanale è in via di definizione.

  • 30,00 €/mese 1 giorno a settimana
  • 40,00 €/mese 2 giorni a settimana
  • 50,00 €/mese 3 giorni a settimana
  • 60,00 €/mese 4 giorni a settimana
  • 70,00 €/mese 5 giorni a settimana

Liberi dalla rigidità di schemi, giudizi e disturbi esterni e incoraggiati nella spontaneità dei gesti, con creatività e leggerezza invitiamo bambini e bambine a nutrire la loro sensibilità. Un laboratorio ludico-espressivo durante il quale con l’aiuto dell’operatore si facilita il dialogo interiore ed esteriore di chi inizia a capirsi, comprendersi e relazionarsi. Esprimere emozioni attraverso il linguaggio dei gesti, degli sguardi, del tatto, dell’ascolto, del ritmo. Il corpo è narratore di emozioni e di storie, diventa “attivo” ed espressivo.

A cura di ALICE BELLINI. Alice nasce a Siena nel 1984. Diplomata in pianoforte al Conservatorio Rinaldo Franci di Siena. E’ un’educatrice e animatrice con esperienza decennale nella progettazione e realizzazione di attività ludico didattiche. In collaborazione con Straligut Teatro conduce progetti ludico teatrali e di animazione alla lettura.

Anche l'ambiente naturale ci dà la possibilità di vivere emozioni: lo stupore e la meraviglia nel vedere che il piccolo seme ha germogliato e cresce, la delusione vedendo le piantine aromatiche falciate da un giardiniere ignaro, la tristezza per la piantina che muore. Attraverso attività ludiche e esperienze dirette nella natura cerchiamo di aiutare i bambini a comprendere e distinguere le emozioni.

A cura di CARMEN SESSA. Educatrice ambientale di Legambiente, laureata in discipline umanistiche ha un’esperienza decennale nel settore dell’educazione alla cittadinanza attiva e nella progettazione di laboratori didattici e iniziative per le scuole.

Uno spazio attivo di ascolto e gioco teatrale, un laboratorio in cui mettere in campo voce, corpo, sensi ed emozioni in un clima ricco di stimoli creativi e privo di giudizio. Il bambino può sperimentare, conoscere, esprimersi. La narrazione, la fiaba, il gioco simbolico, il gioco creativo (proprio del “fare teatro”, del racconto, del “faccio finta che”) permettono al bambino di sviluppare armoniosamente le potenzialità creative. Dall’ascolto attivo alla drammatizzazione: i bambini diventano i protagonisti della narrazione, attori, creatori di forme tutte da sperimentare insieme.

Laboratorio di pittura creativa è pensato come luogo di ascolto di se stessi, un momento per lasciarsi andare, seguire il filo d'oro delle proprie emozioni e dargli forma e colore. Segni realizzati diventano uno strumento per conoscersi, riconoscersi, amarsi e rispettarsi. I lavori creati dai bambini sono esperimenti, testimonianze di un percorso fatto insieme, affascinanti composizioni che documentano una scoperta. Bruno Munari lo insegna: Non è importante l'oggetto finito, ma il percorso che il bambino fa per arrivare allo stesso.

Il laboratorio di inglese vuole aiutare bambini e bambine a individuare alcune delle emozioni predominanti nella vita quotidiana e a verbalizzarle in lingua inglese, apprendendo l’uso di nuovi sostantivi e aggettivi. Attraverso attività di speaking e listening (racconti, fiabe, giochi) i bambini impareranno a riconoscere le proprie emozioni e a dare loro un nome: associarle ad esperienze di vita reali li aiuterà a memorizzare i nuovi contenuti, ad approfondire e migliorare la propria competenza linguistica.

Il progetto di DOPOSCUOLA di Straligut Teatro nasce da una esperienza decennale nel settore della formazione, maturata con il fine di proporre interventi educativi capaci di rispondere alle diverse necessità di bambini, genitori e scuole. Il progetto ha l’obiettivo di coinvolgere i bambini in attività ludico-ricreative all’interno della struttura scolastica, creando uno spazio di vita dove poter dialogare, valorizzare le proprie capacità, competenze e attitudini.

Educare non è “mettere dentro”, ma, come suggerisce l’etimologia, “tirare fuori” le potenzialità, le possibilità espressive di ogni bambino e di ogni bambina, nel rispetto della loro singolarità. Le attività vogliono fornire quegli strumenti espressivi, cognitivi e socio-affettivi, necessari ad uno sviluppo armonico della personalità. Le esperienze contribuiranno a rendere i bambini e le bambine capaci di maggiore autonomia nell’agire e nel riflettere all’interno di un gruppo, facilitando la gestione della complessità mediante mezzi espressivi che gli permettano di manifestare le proprie emozioni. Inoltre la ricca varietà di attività laboratoriali concorrerà a mettere in moto strategie e strumenti indispensabili per apprendere e per imparare ad apprendere, ovvero per acquisire competenze linguistiche, sociali e relazionali.