La compagnia



Nella foto Emiliana Provenzale e Tommaso Taddei, interpreti di Good Friday Night, produzione Straligut 2013. Foto di Costanza Maremmi

I nostri spettacoli

La compagnia è composta da un gruppo di persone provenienti da ambiti di competenza spesso molto diversi, ma proprio per questo in grado di mettere insieme una vasta gamma di professionalità al servizio delle produzioni teatrali.

Il primo spettacolo di Straligut Teatro fu un rifacimento di Orgia di Pier Paolo Pasolini. Era la fine del 2003 e la lavorazione andò avanti per quasi due anni, finendo per coincidere con il trentennale della morte dell’intellettuale friulano.

Da allora la compagnia ha allestito molti altri spettacoli, installazioni e performance. Di quel primo esperimento rimangono presenti ancora oggi le caratteristiche fondamentali del nostro modo di vedere/fare teatro.

Da una parte l’impegno nell’affrontare problematiche universali da prospettive “atipiche”, in un’ottica personale e tramite un'indagine critica rivolta in primo luogo verso se stessi.

Dall’altra l’attenzione verso la sperimentazione e la commistione dei linguaggi.

La maggior parte delle produzioni di Straligut Teatro è composta da drammaturgie originali o riscritture di testi di autori classici e contemporanei. Negli anni sono stati realizzati sia spettacoli da allestire in spazi “tradizionali” che installazioni site-specific che nascevano dalle caratteristiche del luogo o dalle esigenze dell’eventuale committenza. Le forme adottate vanno dunque dal teatro di regia a quello puramente visuale, passando per la performance e la sonorizzazione di ambienti. Dal 2007 al 2015 Straligut Teatro é nel novero delle giovani compagnie riconosciute dalla Regione Toscana come piu meritevoli.

Dal 2008 Straligut Teatro opera anche nel campo del teatro-ragazzi, con un’attività di produzione di spettacoli strettamente correlata alle attivita didattiche e laboratoriali svolte dalla compagnia in collaborazione con le scuole della provincia ed altre strutture sia del Comune di Siena che di Monteroni d’Arbia. L’impegno nella ricerca sulla memoria e la storia del territorio di riferimento, insieme all'attenzione per le tematiche ecologiche e ambientali caratterizzano l’approccio concettuale e stilistico della compagnia nelle sue produzioni per i più piccoli, declinando in questo modo la propensione didattica e pedagogica che crediamo insita nella forma teatrale.

Negli anni sono state molte le collaborazioni con altre realtà teatrali toscane e non: tra gli altri laLut, Murmuris Teatro, Francesco Pennacchia, Vitaliano Trevisan, Tommaso Taddei (Gogmagog), Massimiliano Poli.

Teatrografia (in aggiornamento)

  • 2004 Orgia di Pier Paolo Pasolini, regia di Fabrizio Trisciani
  • L'ultimo nastro di Krapp di Samuel Beckett, con Altero Borghi, regia di Fabrizio Trisciani
  • 2005 Orgia (nessun inganno solo felicità) di Francesco Perrone e Fabrizio Trisciani, regia di Fabrizio Trisciani
  • 2006 Salmo 151a di Fabrizio Trisciani e Francesco Perrone, regia di Fabrizio Trisciani Cascando di Samuel Beckett, regia di Fabrizio Trisciani
  • 2007 Il gommone di Massimo Lippi, regia di Massimo Lippi
  • 2007 Nonostante tutto di Tommaso Innocenti, regia di Fabrizio Trisciani
  • 2008 Voci Crudeli - 3 novelle di Federigo Tozzi (audiolibro)
  • 2009 Falling di Fabrizio Trisciani, regia di Fabrizio Trisciani
  • 2009 Il segreto degli alberi di Sara Due Torri, regia di Sara Due Torri
  • 2009 Solo RH di Vitaliano Trevisan, regia di Francesco Perrone
  • 2010 A. (né naso, né bocca, né occhi) di Jackie Kay, regia di Fabrizio Trisciani
  • 2011 Acquario – una fuga, di Francesco Perrone, regia di Francesco Perrone
  • 2012 La Notte del Kentuc di Simona Rota, regia di Fabrizio Trisciani
  • 2013 Good Friday Night di Vitaliano Trevisan, regia di Tommaso Innocenti
  • 2014 L'animale ideale - Microid #1 di Alice Bellini, regia di Anna Amato
  • 2014 L'acqua di chi è – Microid #2 di Alice Bellini, regia di Anna Amato
  • 2015 Dolmezia e il Vescovo - di e con Anna Amato, regia di Francesco Pennacchia
  • 2015 Non sono marziani - di Simona Rota, con Simona Rota e Massimiliano Poli
Cookie
Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.